phone-camera

I nano-terremoti sono la soluzione per foto migliori

Giuseppe Tripodi

Se il titolo vi ha lasciati spiazzati, tranquilli, è del tutto normale. È effettivamente un’affermazione un po’ strana, ma non per questo meno vera. Un team di ricercatori del Royal Melbourne Institute of Technology (RMIT), infatti, sostiene di aver trovato il segreto per fotocamere migliori, ossia proprio dei nano-terremoti.

LEGGI ANCHE: Le vostre migliori foto realizzate da smartphone

Ma spieghiamo meglio: quel che i ricercatori hanno scoperto è che onde sonore controllate riescono a creare minuscole increspature in una superficie liscia (un po’ come avviene con una pozza d’acqua mossa dal vento); quel che succede è che queste increspature vanno a modificare le proprietà elettroniche dell’oggetto, attirando a sé una grande quantità di elettroni.

Nei test effettuati dal team con un materiale 2D fotoluminescente, infatti, la superficie emetteva più luce man mano che le onde si intensificavano. Sebbene non sia facile immaginare un’applicazione pratica nel campo della fotografia, innegabilmente questa tecnologia potrebbe migliorare le foto scattate dai nostri smartphone, specialmente quelle in condizioni di poca luce.

Via: Engadget
  • Pocce90

    non ci ho capito na mazza

  • blablabla

    Tappatevi gli orecchi, sto per fare una foto!
    -.-

  • GattoMorbido

    magari basta un rutto fatto bene