Acrobat DC 3

Adobe rivoluziona la gestione dei PDF con Document Cloud e Acrobat DC (foto e video)

Giuseppe Tripodi

Adobe ha inventato il formato in assoluto più utilizzato quando si parla di documenti: parliamo ovviamente del portable document format, per gli amici PDF.

Tuttavia, fino ad oggi l’azienda sembrava non essersi preoccupata molto di come gli utenti interagissero con questo tipo di file: anche per aggiungere una semplice firma è stato sempre necessario stampare il documento, firmarlo per poi effettuare una scansione e reinviarlo.

Ma finalmente Adobe ha deciso di cambiare radicalmente le carte in tavola, lanciando la piattaforma Document Cloud, grazie alla quale potremo conservare i nostri documenti online, per averli sempre a portata di mano via web. Per i dispositivi mobili, invece, potremo utilizzare Acrobat DC che, grazie ad un’interfaccia pensata appositamente per i display touch, ci darà tutte le funzioni utili, compresa la possibilità di creare un nuovo documento partendo da una foto.

LEGGI ANCHE: Office integrerà presto tanti servizi di cloud storage

Quest’ultima sarà rilasciata come applicazione per Android, iOS e Windows: sulle stesse piattaforme arriverà anche Fill & Sign che, come suggerisce il nome, serve per compilare i documenti con i propri dati e firmarlo direttamente dal dispositivo.

La possibilità di utilizzare la piattaforma Document Cloud sarà disponibile per tutti gli abbonati alla Creative Cloud, mentre la sottoscrizione al servizio costerà 14,99$ al mese. Adobe Document Cloud sarà disponibile tra circa un mese: nel frattempo potete farvi un’idea con le immagini e il video di seguito.

Fonte: Adobe
  • Non vorrei dire ma la possibilità di firmare un documento Pdf esiste già da tempo con il semplice adobe reader (quindi non è affatto necessario stampare firmare e scannerizzare il documento)… Questo programma aggiunge solo la conservazione in cloud (ovviamente a pagamento) dei documenti per consentire la condivisione tra desktop e mobile. Del tutto inutile se si pensa che da anni esistono decine di servizi cloud che consentono la stessa cosa. Non diamo per innovative funzioni che in realtà esistono da anni.