Biba Parco giochi

L’app che trasforma i genitori nei Dungeon Master del parco giochi (video)

Giuseppe Tripodi -

Sentiamo spesso parlare di come i videogiochi abbiano rovinato la nostra generazione, di tutto il tempo speso con gli occhi sullo schermo e di così poche ore passate all’aria aperta.

Quel che spesso dimentica chi muove certe critiche è come la tecnologia possa rendere più accattivante qualsiasi attività, anche andare al parco giochi. Senza nulla togliere alla sana attività fisica che tutti i bambini amano, cosa ci può essere di meglio che rafforzare le fantasie dei bambini con un’app che li faccia immergere ancora di più nella loro immaginazione?

È proprio questo lo scopo di Biba, app realizzata in collaborazione con PlayPower (azienda che costruisce giostre per bambini) che trasforma qualsiasi parco giochi in un’avventura unica. Lo scopo di Biba è coinvolgere maggiormente i più giovani nelle loro attività e, per farlo, propone una serie di interazioni tra genitore e figlio attraverso lo smartphone: il bambino dovrà “fare il pieno”  dal papà dopo ogni gioco, potrà essere “aggiustato” con un trapano virtuale che fa vibrare lo smartphone e, ovviamente, riceverà l’agognata ricompensa dopo ogni fatica.

LEGGI ANCHE: Intervista Ingress: dagli incontri dal vivo all’app per Android Wear

Il genitore, insomma, fungerà da “Dungeon Master“: tramite Biba collegherà tutti i giochi con una sorta di storia di fondo. Se, poi, il parco giochi utilizza strutture di PlayPower, queste utilizzeranno un sistema di realtà aumentata per aumentare ulteriormente il coinvolgimento (e, ad esempio, un dondolo verrà visualizzato sullo schermo come un razzo spaziale).

Purtroppo le strutture PlayPower sono disponibili solo negli USA, ma l’applicazione potrebbe arrivare anche in altri paesi, anche grazie a versioni personalizzate dai partner commerciali come McDonald’s.

Per ulteriori dettagli vi suggeriamo di dare un’occhiata ai video di seguito: il primo è un focus realizzato dai colleghi di The Verge, mentre in fondo trovate un filmato promozionale di Biba.

Via: The Verge