Angry Birds

“Angry Birds come Coca-Cola” secondo uno dei creatori del gioco

Giorgio Palmieri

Al Gamelab Mobile di Barcellona, tenutosi all’interno del Mobile World Congress, è salito sul palco un ospite d’onore, Peter Vesterbacka, una delle figure di spicco di Rovio. Lo sviluppatore finlandese ha dichiarato che Angry Birds è il settimo marchio più conosciuto al mondo, e che l’intera azienda è pronta a raggiungere nuove vette, sfidando persino Coca-Cola.

LEGGI ANCHE: Angry Birds Under Pigstruction: il nuovo capitolo è già realtà, in Canada

Sebbene sia un’azienda relativamente nuova rispetto alle altre sul podio, i piani di Vesterbacka vedono la società come marchio leader in Giappone, America e persino Cina. Inoltre, il developer ha comunicato che metà delle entrate di Angry Birds provengono dalla vendita dei giocattoli, ed è questa la principale motivazione sul perché l’azienda si stia concentrando sulla costruzione di un brand. Cosa ne pensate di queste dichiarazioni?

Via: Spaziogames
  • Auguri.

  • Aggiungi rum alla Coca Cola = Cuba libre.
    Aggiungi rum a Angry Birds = resta una merda.

  • InterTriplete

    Con una differenza: dopo una Coca Cola, corro a lavarmi i denti, dopo un Angry Birds, corro a lavarmi le mani.