Apple Cina

Il governo cinese rimuove Apple dalla lista degli acquisti statali approvati

Lorenzo Delli

Da quanto riportato su Reuters in queste ultime ore, il governo cinese ha rimosso una serie di importanti brand statunitensi, tra cui appunto Apple, dalla lista dei marchi approvati per gli acquisti di dispositivi statali. Si potrebbe di primo acchito pensare che sia una mossa dovuta ad un’accusa, vecchia oramai di anni, secondo la quale la NSA statunitense sfruttava delle backdoor presenti nei dispositivi Apple per spiare gli utenti.

LEGGI ANCHE: Apple potrebbe consentire al governo cinese di ispezionare gli iPhone per ragioni di sicurezza

Le fonti citate da Reuters sostengono però che tale cambiamento non sia dovuto obbligatoriamente alla sicurezza, ma sia bensì dovuto ad una volontà dello stato di aiutare le compagnie locali a guadagnarsi una fetta di mercato relativa proprio al governo. Tagliando fuori la competizione estera, il governo potrebbe focalizzarsi sullo scegliere unicamente marchi autoctoni quali ad esempio Xiaomi. Lo “spettro” della motivazione relativa alla sicurezza rimane comunque presente. Tra le compagnie statunitensi tagliate fuori si annoverano Intel, McAfee e Cisco Systems.

Via: 9to5macFonte: Reuters