Tapsense Apple Watch pubblicità

Apple Watch: la pubblicità ai nostri polsi potrebbe essere così

Giuseppe Tripodi

Questa settimana TapSense ha annunciato la sua piattaforma di advertising su Apple Watch. La compagnia, che si occupa di portare le pubblicità dei brand direttamente sui nostri schermi, ha spiegato che ci saranno diversi tipi di ad, dei quali alcuni potrebbero basarsi sui servizi di localizzazione offerti dall’iPhone collegato per presentare messaggi solo se ci troviamo nei pressi di un determinato negozio.

In un’intervista concessa a Reuters, l’amministratore dell’azienda spiega che sebbene gli smartwatch siano un terreno nuovo per la pubblicità, bisogna fare molta attenzione per evitare di alienare gli utenti: alcune idee prevedono di proporre gli ad quando vengono utilizzate determinate applicazioni (ad esempio mostrare le pubblicità di una compagnia di taxi quando si stanno usando software relativi agli spostamenti), sfruttare i sensori di movimento per capire quando l’utente sta effettivamente guardando l’orologio e, in ogni caso, dare la possibilità di saltare il contenuto sponsorizzato tramite un’apposita X all’angolo.

LEGGI ANCHE: Apple Watch si mostra in funzione durante una dimostrazione (video)

Apple Watch verrà probabilmente lanciato questa primavera e rimangono ancora parecchi dubbi su come verrà effettivamente gestita la pubblicità ai nostri polsi: chiudere gli ad con uno schermo così piccolo non sarà frustrante? E, in generale, quali sono i limiti che la società di Cupertino imporrà a TapSense e tutte le altre compagnie che lavorano sulla pubblicità? La risposta a queste e tante altre domande arriverà solo nei prossimi mesi.