Wakie

Wakie, la sveglia social, arriva finalmente anche su iOS

Giuseppe Tripodi -

È universalmente noto che non c’è momento peggiore nella giornata di una persona di quello del risveglio. Può attenderti anche il giorno in cui conquisterai il mondo, ma uscire da sotto le coperte sarà sempre un problema.

Tuttavia, anche la sveglia potrebbe diventare un piacere, se a svegliarti è un perfetto sconosciuto che ti chiama da chissà dove. È questa l’idea dietro Wakie, la prima sveglia social che è appena arrivata anche su iOS dopo 9 lunghi mesi di approvazione.

L’applicazione è molto semplice: si imposta un orario come si farebbe con una normale sveglia, ma all’ora prevista non sarà semplicemente un allarme a suonare. Per essere svegliati davvero, verremo messi in contatto in maniera del tutto casuale con un altro utente che utilizza il software, con il quale potremo intrattenere una conversazione di un minuto. E se nessuno è disponibile a svegliarci, allora ascolteremo un messaggio registrato.

LEGGI ANCHE: Yo Bitch! Aaron Paul pubblica la sua app iOS con le frasi da Breaking Bad

Wakie è un’idea tanto bizzarra quanto geniale: parlare per qualche decina di secondi con una persona a caso e smettere di biascicare per non sembrare uno zombie, è un’azione che ti sveglia e mantiene il cervello attivo per il tempo necessario al risveglio.

Il servizio, completamente gratuito, potrebbe includere presto una versione pro che consentirà di prolungare la conversazione fino a 5 minuti, scegliere il sesso della persona che vogliamo svegliare e vedere il profilo di chi abbiamo buttato giù dal letto (perché, hey, sappiamo tutti come va il mondo).

Sebbene l’app sia già disponibile per iOS così come Android, purtroppo il servizio non è ancora attivo in Italia ma gli sviluppatori assicurano che stanno lavorando per portare Wakie anche nel nostro paese. Se siete comunque curiosi, potete dare un’occhiata dal badge di seguito.

App Store badge

Via: TechCrunch