apple-bug-1

Arrestati tre sospettati che avrebbero diffuso il malware WireLurker

Giuseppe Tripodi -

Qualche settimana fa ha fatto molto parlare di sé WireLurker, il malware che attaccava i dispositivi iOS (anche senza Jailbreak) ed era in grado di installare applicazioni di terze parti. Si diffondeva tramite software malevolo per Mac e, una volta intaccato il computer, bastava collegare un iPhone o iPad via USB affinché questo venisse infettato.

LEGGI ANCHE: WireLurker: dalla Cina il primo malware che infetta dispositivi iOS, anche senza jailbreak

Apple aveva già risolto il problema aggiornando da remoto la definizione degli applicativi malevoli, ma chi non si sentiva ancora tranquillo sarà felice di sapere che la polizia di Pechino ha annunciato l’arresto di tre sospettati, accusati di aver diffuso il malware in questione tramite software di terze parti per Mac OS X.

Sebbene questa minaccia sia stata sventata, rimane ancora il grave bug che consente gli attacchi noti come Masque Attack, svelato la settimana scorsa da FireEye.

Via: The Verge