Apple invito

Ultime novità Apple: iMac con display Retina 5K, iMac mini e OS X Yosemite

Giuseppe Tripodi

Nella giornata di ieri, oltre a presentare i nuovi iPad Air 2 e iPad mini 3, Apple ha dedicato particolare attenzione all’ambito desktop, presentando il nuovo iMac con display Retina da 5K, l’aggiornamento dell’iMac mini e il nuovo sistema operativo OS X Yosemite.

iMac con display Retina da 5K

iMac retina 5K

Il nuovo all in one da 27″ di Apple ha uno schermo davvero incredibile: il Retina 5K presenta una risoluzione di ben 5120 x 2880 pixel. Il design rimane lo stesso di sempre, con soli 5 millimetri di spessore nella cornice, mentre per il resto delle caratteristiche tecniche sul modello base troviamo come processore un Intel Core i5 quad-core da 3,5GHz (Turbo Boost fino a 3,9GHz), come GPU una AMD Radeon R9 M290X con 2GB di memoria. La RAM di base è di 8 GB, non manca il Fusion Drive, che può essere sostituito gratuitamente da un SSD da 256 GB in fase di assemblaggio.

Il prezzo parte da 2629€ e può ovviamente variare a seconda della configurazione hardware scelta.

iMac mini

Mac mini

Non veniva aggiornato da ben due anni, ma il Mac mini non è stato abbandonato da Apple che ha presentato ieri una revisione hardware del suo computer più piccolo. Le principali novità hardware sono la CPU Intel di quarta generazione (Haswell), scheda video Intel HD 5000 (o Iris a seconda della configurazione), due Porte Thunderbolt e il Wi-Fi 802.11ac.

La versione base, che parte da un prezzo di 519€, monta una CPU Intel i5 dual-core da 1.4GHz, 4GB di RAM, 500GB di HDD e grafica Intel HD 5000: il costo è sceso di 130€ rispetto al modello base precedente.

Durante l’acquisto è ovviamente possibile modificare le caratteristiche tecniche, montando più RAM o il Fusion Drive da 1TB al posto dell’hard disk.

OS X Yosemite

mac_os_x_yosemite

L’altra grande novità per il mercato desktop è ovviamente l’aggiornamento software di OS X, che porta il nome di Yosemite. L’update porta con se un rinnovamento della grafica, che abbandona definitivamente lo scheumorfismo per abbracciare lo stile flat: i colori pastello sono più accesi e il design decisamente minimale.

La più grande novità di Yosemite è l’integrazione con i iPhone e iPad, possibile grazie a funzioni come Handoff e Continuity: potremo riprendere il lavoro iniziato sui nostri dispositivi iOS e addirittura rispondere alle chiamate e agli SMS direttamente dal Mac. Inoltre, è ora possibile utilizzare AirDrop tra OS X e iOS.

Migliorato anche Spotlight, che adesso integra le ricerche sul web, e aggiornati diversi programmi come iTunes (che diventa rosso) e il pacchetto di software per l’ufficio (Pages, Keynote e Numbers).

OS X Yosemite è disponibile da subito: è disponibile gratuitamente per tutti i Mac con OS X 10.6.8 o superiori e può essere scaricato dal link di seguito.

Download OS X Yosemite