Apple Pay

Le banche si faranno carico dei casi di frode di Apple Pay, che potrebbe arrivare il 20 ottobre

Giuseppe Tripodi

Apple Pay è il sistema per i pagamenti ideato dall’azienda di Cupertino che, grazie all’introduzione dell’NFC,trasformerà i suoi smartphone in dispositivi per trasferire il denaro.

La sicurezza delle transizioni è garantita da un sistema di token generati univocamente ad ogni pagamento, che verrà autenticato tramite il Touch ID. Secondo quanto riportato da DailyDot, le quattro banche coinvolte da Apple (Navy Federal Credit Union, USAA, Chase e PNC) si sono dette entusiaste delle potenzialità offerte da Apple Pay e considerano il sistema decisamente sicuro, al punto di essere pronte a farsi caso di eventuali frodi fiscali avvenute a causa di iPhone rubati.

LEGGI ANCHE: iOS 8.1 ci suggerisce che iPad avrà il Touch ID per supportare Apple Pay

Come ormai sappiamo, anche i nuovi iPad Air che verranno presentati mercoledì 16 ottobre avranno il Touch ID per supportare Apple Pay e, secondo alcuni rumor, il sistema di pagamenti potrebbe iniziare ad essere adottato già dall’inizio della prossima settimana, precisamente il 20 ottobre.

Nell’attesa di ulteriori informazioni, non possiamo che fare un plauso ad Apple che potrebbe portare una ventata di novità nel mondo dei pagamenti mobile, un campo dove, nonostante tanti tentativi, ancora si faceva fatica a far muovere qualcosa.