windows-android

Google non supporterà Windows (Phone) 8

banzai

Una delle gravi mancanze di Windows Phone è certamente l’assenza totale di servizi Google sulla piattaforma e nello Store. Dopo l’avvento di Windows 8 (con Windows RT e Windows phone 8) sarebbe stato lecito aspettarsi qualche cambiamento (così era sembrato all’inizio). Niente di tutto questo. Google continuerà a snobbare la piattaforma, o meglio, l’ecosistema intero Microsoft.

Queste le parole, chiare, di Argilla Bavor, direttore della divisione applicazioni Google:

Non abbiamo intenzione di sviluppare applicazioni per Windows. Noi stiamo molto attenti ad investire dove conviene e dove vanno gli utenti; e gli utenti non vanno su Windows 8 o su Windows Phone 8.

Certo se la situazione dovesse cambiare, secondo Bavor Google potrebbe cambiare strategia, ma per il momento è evidente che niente si muove e che anzi Google voglia lanciare un messaggio chiaro: Windows 8 non è degno di alcun interesse. E’ inutile dire che la strategia Google lasci perplessi per diversi motivi. Google è in primo luogo una società di servizi che per sua natura deve raggiungere la maggior parte di clienti possibile, e snobbare Windows Phone – sistema operativo in oggettiva crescita (sia in popolarità che maturità) – potrebbe essere controproducente. Ma soprattutto snobbare il potenziale di Windows 8 sarebbe crediamo, un vero suicidio economico. Bypassare Windows in questo modo significa credere in Android e iOS come il futuro in senso assoluto. Google ci crede davvero? Voi?

Fonte: Fonte