FacebookSearch2

Windows 8 Consumer Preview: uno sguardo al sistema operativo “unico” di Microsoft

Nicola Ligas

Il Mobile World Congress per Microsoft non ha significato solo l’arrivo (un po’ silenzioso, per la verità) di Tango sul Nokia Lumia 610, ma soprattutto la presentazione della preview Windows 8, il futuro sistema operativo che dovrebbe, nelle intenzioni dell’azienda, radunare e ghermire il mondo desktop e quello tablet.

Questo dualismo è in effetti molto presente, almeno nella versione Consumer Preview dell’OS che è liberamente scaricabile: la UI Metro si è infatti fatta largo fino all’ambiente desktop, il che per gli utenti Windows Phone rappresenta sicuramente un punto a favore, ma in realtà, cercando di rimanere oggettivi, la domanda che dobbiamo porci è: avrà senso un’interfaccia simile su PC?

La risposta ancora non l’abbiamo, ma è abbastanza evidente che se questa fosse la versione definitiva dell’OS, essa sarebbe senz’altro più apprezzata dall’utenza mobile che da quella fissa. Ciò non è necessariamente un male, intanto perché mancano comunque diversi mesi alla sua uscita e di certo nel frattempo le cose cambieranno, e secondariamente perché è proprio l’ambito mobile quello dove Microsoft deve ancora ritagliarsi uno spazio considerevole e, forse saremo un po’ di parte, ci fa piacere vederlo privilegiato.

Aspettiamoci dunque gesture e funzioni associate al “tapping”, piuttosto che altri tipi di indicatori: sulla destra è comunque presente una barra a scomparsa che permette di accedere ad alcune funzioni rapide (ricerca, condivisione, passaggio alla classica interfaccia Start anziché alla Metro, elenco periferiche connesse e impostazioni). Anche i comandi specifici delle applicazioni saranno per lo più nascosti, la barra degli indirizzi di explorer è ad esempio a scomparsa in basso allo schermo, mentre l’elenco dei tab (con tanto di preview) appare in alto; scorrendo all’estrema sinistra avremo invece un elenco delle ultime app usate.

E il classico menu start? In un tablet è piuttosto semplice attivarlo, basta premere il corrispondente pulsante, ma su PC? In realtà tutti i moderni computer windows hanno un pulsante dedicato nella propria tastiera, ma in mancanza dello stesso dovremo spostarci col mouse nella parte in basso a sinistra (dove infatti solitamente stava) e cliccare per farlo comparire. Niente di complicato una volta che ci si prende la mano, ma forse un po’ disorientante in prima battuta.

Tutte le app incluse inoltre sono pesantemente in stile Metro, anche se la grafica è assai più curata e soprattutto “pulita”, ed ovviamente non mancano le integrazioni con Xbox Live e SkyDrive. L’impressione generale è quindi che quando utilizzato su tablet Windows 8 sia un sistema completo, forse non così intuitivo come la concorrenza, ma non per questo poco usabile; i problemi semmai ci sono quando lo si vuole impiegare in quello che (finora) è stato il suo campo più diffuso, ovvero l’utilizzo come sistema desktop: l’avvicendarsi delle app è più complesso, e la tendenza a far girare qualsiasi cosa in full screen può diventare frustrante specialmente per il “power user” che invece amava avere pieno controllo del proprio desktop e della sua disposizione. Paradossalmente un utente alle prime armi potrebbe invece esserne avvantaggiato, ma non è certo solo a loro che Microsoft può puntare.

Cercheremo di realizzare un personale approfondimento nei prossimi giorni, ma nel frattempo vi lasciamo con tutto quello che ci ha regalato il Mobile World Congress in termini di video e immagini.

Fonte: Fonte
  • Migo

    Per me sarà il miglior Sistema operativo di sempre e parlo anche a confronto con le altre case produttrici