610

Hands-on del Nokia Lumia 610 e del “suo” update

banzai

Gli inviati a Barcellona ci parlano di uno stand Nokia dalle dimensioni titaniche, dove, ovviamente, tra gli altri, spiccano i vari Lumia rilasciati negli ultimi mesi. Uno dei terminali più osservati è quello che, in fondo, incarna la filosofia di quello che doveva essere l’aggiornamento Tango, il Lumia 610.

Esatto, paradossalmente, durante una manifestazione nella quale spiccano terminali superveloci, superpotenti, megaperformanti, i riflettori vengono puntati su un terminale decisamente low-end ed economico.

Perchè questo? Come detto questo terminale incarna la nuova filosofia di Windows Phone, cioè quello di puntare ai mercati emergenti con terminali di buona qualità ma dalle specifiche quasi “entry level”, garantendo però comunque una “user experience” di buon livello. Ovvio che sia Microsoft che Nokia puntano molto del loro successo sulla diffusione, e il rapporto qualità/prezzo è il metodo più semplice e veloce per puntare a questo obiettivo.

Ma poteva non esserci il colpo di scena? Tranquilli, c’è stato! Se notate poco fa abbiamo fatto riferimento a Tango in maniera un po’ particolare; infatti la notizia è questa, non sarà il tanto vociferato update a introdurre le nuove richieste hardware, al ribasso, per l’uso di Windows Phone, bensì un altro, minore e anonimo, update, presto disponibile per tutti i Windows Phone già in commercio.

Tale update oltre a ridurre a 256 Mb il prerequisito RAM per l’uso del sistema operativo Microsoft, porterà anche la possibilità di personalizzare i propri MMS con suonerie, video, file audio, e file JPEG. Ci interessa meno la compatibilità introdotta con gli operatori cinesi, oltre alla localizzazione in molte lingue ancora non supportate, non solo da Windows Phone, ma anche da altri sistemi operativi.

Concludiamo con un riassunto delle specifiche del Lumia 610: processore Snapdragon S1 da 800 MHz, fotocamera posteriore da 5 MP con AutoFocus con flash led, schermo 3.7 pollici TFT  con risoluzione WVGA, batteria da 1.300mAh, quad band.

La costruzione, sebbene di buona qualità, è comunque in plastica, con rifiniture cromate e parte posteriore soffice; il tutto dona un ottimo grip al terminale.

La cosa più importante è, però, come le performance del sistema operativo non risentano assolutamente del ridimensionamento hardware, ma ora basta chiacchiere, un video vale più di mille parole quindi:

Fonte: Fonte
  • nicola_zanardi

    Molto bello! Il display non sembra male, certo non regge il confronto con un amoled ma per quel prezzo mi pare molto buono. Sono curioso di metterci le mani sopra e, magari, di acquistarlo.