Blackberry Classic -7

Niente update a Tango per i dispositivi già esistenti?

Nicola Ligas

Le acque sono abbastanza agitate ultimamente in materia di aggiornamenti, nonostante Microsoft cerchi di glissare un po’ sull’argomento: le frasi apparse sul blog di Windows Phone, che volevano gli operatori aventi diritto di veto sui futuri aggiornamenti, avevano destato non poche perplessità, poi in parte smentite dall’azienda stessa, ed ora un’ombra si leva anche sugli update a Tango per i terminali tutt’ora in commercio.

Tango, almeno da quanto ne sapevamo, non dovrebbe essere un aggiornamento a livello di Mango (per quello ci sarà Apollo), ma piuttosto qualcosa allo stesso livello del NoDo update: i suoi due scopi principali sarebbero il supporto alle reti LTE ed all’hardware di fascia più economica. E’ però sotto gli occhi di tutti che l’HTC Titan II abbia Mango a bordo e sia comunque compatibile con le reti LTE, dunque a Tango resterebbe solo il compito di adattarsi alle basse risoluzioni tipiche dell’hardware economico: ecco perché gli attuali smartphone potrebbero saltare del tutto l’update a Tango.

La cosa sembra al contempo plausibile e non: da una parte eliminerebbe un aggiornamento che avrebbe scopi che esulano dai telefoni esistenti, dall’altra significherebbe non portare su questi ultimi tutti i bugfix ed i miglioramenti di performance che silenziosamente ci aspettiamo da ogni update di un certo livello. Nulla vieta che questi siano rilasciati a parte, ma sarebbe un doppio sforzo, allora tanto varrebbe distribuire Tango per tutti. In ogni caso sarebbe un inizio di frammentazione della piattaforma che difficilmente gradiremmo, quindi anche a nostro discapito speriamo di aver fatto congetture errate.

Fonte